0

I polifenoli sono vasto gruppo di composti di origine vegetale. Essi sono caratterizzati dalla presenza di uno o più anelli fenolici e questo li rende responsabili, insieme ad altre molecole, del colore di molti frutti, essenziale nella propagazione del seme da parte di animali fruttivori. La loro funzione più importante è però quella di proteggere le piante dal rischio ossidativo rappresentato dalla luce solare e da altri agenti ambientali. Per la stessa ragione contribuiscono alla conservazione delle proprietà organolettiche di derivati alimentari di origine vegetale, come l’olio di oliva e il vino rosso, e alle possibili loro azioni benefiche sulla salute umana.

Chimicamente sono composti con caratteristiche strutturali fenoliche, che si possono associare a carboidrati differenti.

 Fenolo

Possono essere suddivisi in diverse sottoclassi in base al numero di anelli fenolici presenti nella loro struttura, agli elementi strutturali che legano questi anelli tra di loro. Possono quindi essere individuati due grandi gruppi: i flavonoidi ed i non flavonoidi. Diversi tipi di polifenoli si possono trovare nello stesso prodotto vegetale.

L’uomo non è in grado di produrre polifenoli ma sono considerati componenti importanti della dieta umana per la loro azione antiossidante, pertanto è importante acquisirli con l’alimentazione. Essi, infatti sono presenti in molti vegetali ”commestibili” per noi. Con la loro azione antiossidante esercitano un’azione protettiva sull’integrità cellulare con effetti antinfiammatori, antitumorali, cardiotonici e depurativi.

Le principali fonti di polifenoli sono frutta, verdura, cereali integrali, ma anche altri tipi di alimenti e bevande da essi derivati come l’olio extravergine di oliva, ricco di idrossitirosolo,  il vino rosso, e il tè, in particolare il tè verde.

Post comments

Leave A Reply

Your email address will not be published.